wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Regioni

Descrizioni dettagliate di tutte le denominazioni d'Europa con vitigni, tradizioni e disciplinari di produzione.

Descrizione di Ungheria

La Repubblica parlamentare di Ungheria (Magyarország in ungherese), nell'Europa centrale, con capitale Budapest, si estende per 93.036 km². Situato nel bacino pannonico e attraversato dal Danubio, il Paese confina a nord con la Slovacchia e l'Ucraina, a est con la Romania, a sud con la Serbia e la Croazia, a ovest con la Slovenia e l'Austria.

Ungarn - Landkarte, Flagge und Wappen

La storia

L'Ungheria ha una cultura vitivinicola molto antica, dato che i vini di Sopron ed Eger erano già noti nel XIII secolo. La viticoltura nel bacino dei Carpazi era caratterizzata da antiche tradizioni dell'Asia centrale e dalla cultura vinicola romana. Nonostante le varie guerre e i disordini, il vino è stato coltivato qui per oltre 1.000 anni. Anche gli Ottomani, che occuparono la maggior parte del Paese per circa 160 anni, non soppressero la viticoltura nonostante il divieto di bere alcolici e furono felici di riscuotere le tasse per questo, ma lo sviluppo fu inibito durante questo periodo. Secondo la leggenda, l'imperatore Carlo Magno (742-814) era così entusiasta del "vino di Avar" che fece portare alcune viti in Germania.

Il re ungherese Mattia Corvino (1440-1490), che risiedette a Vienna (Austria) negli ultimi cinque anni della sua vita, si dice che "tutto il popolo dovrebbe avere il vino e i viticoltori dovrebbero essere tenuti in grande considerazione". Nel Medioevo, come in molti altri Paesi, la Chiesa cattolica ha svolto un ruolo fondamentale nella diffusione della viticoltura e della cultura del vino in Ungheria. Il famoso Tokay è decisamente legato alla storia del vino in Ungheria. Dopo la catastrofe della fillossera e le due guerre mondiali, l'attenzione si è spostata sulla produzione di vini di massa. Tuttavia, dopo gli sconvolgimenti politici del 1989 e la ricostituzione dell'associazione dei viticoltori, la viticoltura è tornata a crescere.

Regioni viticole

L'Ungheria presenta una varietà di tipi di suolo, dalla sabbia, al loess, al terriccio, al calcare e alla marna, fino a varie rocce vulcaniche come il basalto, il tufo e l'andesite. Il clima è mitteleuropeo e continentale, con estati calde e inverni freddi. Le 223 varietà di uva registrate (di cui oltre 60 autoctone) sono prevalentemente varietà da vino bianco. Tuttavia, circa 2.000 ore di sole all'anno e diversi microclimi favoriscono anche la produzione di vini rossi. Il Danubio, che scorre da nord a sud, divide il Paese in due grandi metà.

L'Ungheria è suddivisa in sei regioni vinicole (Borrégió). Queste sono costituite (ad eccezione del Tokaji) da diverse regioni vinicole (Borvidék). Ci sono 22 regioni vinicole, tutte considerate OEM(DOP = aree di origine protette per i vini di qualità). In alcune regioni vitivinicole sono presenti aree DOP più piccole come enclavi. In totale esistono 33 denominazioni di origine protette (stato di avanzamento a metà del 2021). Questo numero è in costante aumento grazie ai rapidi sviluppi.

Ungarn - Karte mit OEM (g.U.) - Bereichen

Regioni vinicole (Borréggió) e zone vinicole (Borvidék) = rispettivamente OEM e DOP .

Le 6 regioni vitivinicole con un totale di 33 aree OEM (DOP):

Balaton (Lago Balaton )

Duna (Danubio)

Felső-Magyarország (Alta Ungheria)

Felső-Pannon (Pannonia superiore)

Pannon (Pannonia)

Tokaji (Tokaj)

Il famoso Tokaj è prodotto nella regione di Tokaj-Hegyalja. Una specialità è una piccola area a est della Slovacchia, che confina direttamente con la regione. Qui si produce un vino in stile Tokaj nei tre comuni (un tempo ungheresi) di Kistoronya, Szõlõske e nella parte slovacca di Sátoraljaújhely. Dopo anni di controversie, nel 2003 i due Paesi hanno deciso che i vini prodotti all'interno dell'area di 172 ettari potevano fregiarsi della denominazione di origine Tokaji.

Zone vinicole rurali (Tájbor) = OFJ o IGP.

Ungarn - Karte mit OFJ (g.g.A.) - Bereichen

Esistono 6 aree vinicole nazionali. Due di esse, Balaton e Felső-Magyarország, sono identiche nella denominazione alle 6 regioni vinicole sopra elencate.

Indice delle varietà d'uva

Nel 2022, i vigneti coprivano 60.161 ettari e il volume di produzione di vino era di 2,5 milioni di ettolitri. L'Ungheria è prevalentemente un Paese di vini bianchi, con poco meno del 70% della produzione, anche se domina la varietà di vino rosso Kékfrankos (Blaufränkisch). Indice dei vitigni (statistiche del Ministero dell'Agricoltura ungherese):

Nome del vitigno

Sinonimi / Nome ungherese

Colore

Ettari

Blaufränkisch Kékfrankos rosso 7.279
Bianca Egri Csillagok 40 bianco 5.180
Cserszegi Fűszeres - bianco 3.984
Furmint - bianco 3.574
Welschriesling Olasz Rizling bianco 3.274
Cabernet Sauvignon - rosso 2.367
Chardonnay - bianco 2.069
Merlot - rosso 2.024
Aletta Egri Csillagok 18 bianco 1.933
Irsai Olivér - bianco 1.835
Pinot grigio Szürkebarát bianco 1.606
Livello di cottura - bianco 1.477
Zweigelt - rosso 1.398
Cabernet Franc - rosso 1.370
Müller-Thurgau Rizlingszilváni bianco 1.304
Grüner Veltliner Zöld Veltelini bianco 1.273
Moscato Ottonel Ottonel Muskotály bianco 1.158
Riesling Rajnai Rizling bianco 1.142
Pinot nero Kék Burgundi, Kisburgundi rosso 1.089
Sauvignon Blanc Sauvignon bianco 939
Blauer Portugieser Portugieser, Kék Oportó, Kék Portugizi rosso 840
Moscato bianco / Moscato Moscato Lunel, Muskotály bianco 830
Chasselas Fehér Gyöngszőlő, Fehér Chasselas, Saszla bianco 784
Királyleányka - bianco 770
Kunleány - bianco 720
Gewürztraminer / Traminer Fűszeres Tramini, Piros Tramini / Tramini bianco 691
Zala Gyöngye - bianco 680
Zenit - bianco 672
Leányka - bianco 560
Generosa Kecskemét 15 bianco 518
Kövidinka Ruzsitza bianco 518
Blu Borgogna - rosso 442
Ezerjó Budai Fehér bianco 402
Arany Sárfehér Izsáki Sárfehér, Fehér Dinka bianco 327
Kadarka Kék Kadarka rosso 276
Syrah - rosso 270
Pinot bianco Fehér Burgundi bianco 227
Bianco Villard - bianco 197
Viktória Gyöngye - bianco 180
Zengő Badacsony 8 bianco 179
Turán Agria rosso 169
Juhfark - bianco 167
Ezerfürtű Kecskemét 5 bianco 141
Pölöskei Muskotály - bianco 116
Medina Egri Csillagok 7, Medea rosso 114
Zéta Oremus bianco 111
Nero - rosso 97
Bíborkadarka Bíbor Kadarka rosso 83
Lakhegyi Mézes - bianco 81
Menoir ex Kékmedoc o Médoc Noir rosso 62
Kéknyelű - bianco 46
Duna Gyöngye - rosso 44
Grasă de Cotnari Grasă, Kövérszőlő bianco 41
Karát Kecskemét 6 bianco 40
Giubileo 75 Jubilejne 75, Kecskemét 11, Miklostelep 11 bianco 37
Csaba Gyöngye - bianco 35
Kabar - bianco 34
Dornfelder - rosso 31
Zeusz Zeus bianco 28
Bácska Ister bianco 26
Panonia Castellum, Panonija bianco 25
Ulisse - bianco 25
Sémillon - bianco 24
Zierfandler Cirfandli bianco 22
Csillám - bianco 20
Nektár - bianco 21
Rózsakö - bianco 17
Viognier - bianco 14
Pannon Frankos - rosso 14
Mátrai Muskotály - bianco 14

Legge sul vino

Nell'agosto 2009 è entrato in vigore per tutti gli Stati membri il regolamento sul mercato del vino dell'UE, che ha apportato modifiche fondamentali alle denominazioni dei vini e ai livelli di qualità. Le denominazioni sono (vedi anche la voce Sistema di qualità):

FN (Földrajzi jelzés Nélküli) - Bor (precedentemente Asztali Bor o vino da tavola)
Vino senza origine

OFJ = IGP (oltalom alatt álló földrajzi jelzés) - Tájbor o vino di campagna
Esistono 6 zone di vini di campagna, caratterizzate da un sigillo giallo-blu sull'etichetta; vedi sopra.

OEM = DOP (Oltalom alatt álló Eredetmegjelölésű Bor)
Minőségi Bor / Védett eredetű Bor - vino di qualità

Vino di origine protetta. Esistono 22 regioni vitivinicole (che sono automaticamente anche OEM o DOP) per un totale di 33 zone vinicole di qualità, caratterizzate da un sigillo rosso-arancio sull'etichetta (vedi sopra).

OEM DHC (Districtus Hungaricus Controllatus)
Questo livello di qualità, introdotto nel 2003, corrisponde al sistema DAC in Austria. I livelli sono tre: Classicus, Premium e Super Premium. Questi vini sono caratterizzati da uno specifico stile gustativo tipico della zona. Le singole aree DHC sono libere di deciderne l'uso e di definirne anche le specifiche. Le zone DHC sono Izsáki Arany Sárfehér e Villány.

Tipi di vino e nomi dei vini

Il nome del luogo che termina in "i" (che corrisponde alla "er" tedesca, come "Gumpoldskirchner") è solitamente seguito dal vitigno, ad esempio "Soproni Kékfrankos" (Blaufränkisch di Sopron).

Termini di invecchiamento del vino

  • barrique Érlelésű Bor = vino maturato in barrique
  • Contenuto di zucchero: száraz = secco, félszáraz = semisecco, édes = dolce, félédes = semidolce

Mappa: © Goruma
Bandiera: di SKopp, Pubblico dominio, Link
Stemma: Pubblico dominio, Link

Mappa delle regioni vinicole: Magyar Turisztikai Ügynökség
Mappa OFJ: Agrárminisztérium Borászati és Kertészeti Főosztály
Fonte: Kristian Kielmayer

In questa sezione trovi
attualmente 164,917 Vini e 24,956 produttori, di cui 3,074 produttori classificati.
Sistema di valutazione Find+Buy Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze