wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Regioni

Descrizioni dettagliate di tutte le denominazioni d'Europa con vitigni, tradizioni e disciplinari di produzione.

Spiacente, nessuna mappa regionale disponibile per Médoc AOC
Médoc AOC

Descrizione di Médoc AOC

La zona vinicola fa parte della regione francese di Bordeaux; il nome significa "terra di mezzo". Si trova a nord-ovest della città di Bordeaux sulla penisola triangolare tra l'estuario della Gironda formato dalla confluenza dei fiumi Garonna e Dordogna e l'Oceano Atlantico. La striscia, lunga circa 70 chilometri e larga da 5 a 12 chilometri, è dominata da vigneti e interrotta da pascoli, macchia e polder (pianure alluvionali). La zona è divisa in due denominazioni regionali (Bas-Médoc e Haut-Médoc) e sei denominazioni comunali all'interno dell'Haut-Medoc, con circa 16.000 ettari di vigneti. Il Médoc è probabilmente la denominazione più famosa del Bordelais e anche una delle più importanti e migliori regioni di vino rosso in Francia e nel mondo.

Karte von Bordeaux - Appellationen

Storia

La viticoltura è arrivata in questa zona relativamente tardi. Nel XVII secolo, sotto la guida di specialisti olandesi di dighe e di ingegneria idraulica, le coste furono raddrizzate, le aree di terreno paludoso drenate e i corsi d'acqua regolati. È per questo che la zona è stata chiamata a lungo "La Petite Hollande". Dato che non c'era viticoltura nella zona a quel tempo, gli olandesi compravano i vini dall'"entroterra di Bordeaux", che era conosciuto come Haut-Pays e i vini da lì come "Vin de Haut" o in olandese "Hooglansche Wijn". Più tardi, molti vigneti sono stati piantati o piccole aree sono state acquisite e combinate per formare tenute più grandi, anche dalla famosa famiglia Ségur. Il Médoc ha condizioni particolarmente buone per la viticoltura. Questi sono il clima mite, il terreno di ghiaia molto povero e profondo in molti luoghi, che costringe le viti a spingere le loro radici in profondità nel terreno, e il buon drenaggio dell'acqua nel terreno. Nonostante la vicinanza all'Atlantico, il clima non è umido, poiché le numerose foreste di pini forniscono un'eccellente protezione contro i venti e la pioggia provenienti da ovest.

Denominazioni

Il Médoc è diviso nella zona settentrionale Bas-Médoc (di solito un po' confusamente chiamata Médoc perché non si riferisce all'intera area) con 5.600 ettari e la zona meridionale Haut-Médoc con 4.600 ettari di vigne (le dimensioni si riferiscono alle due denominazioni senza i sei comuni elencati sotto). La frontiera corre a Saint-Seurin-de-Cadourne, a nord del comune di Saint-Estèphe. L'Haut-Médoc comincia dall'angolo meridionale del comune di Blanquefort, che forma il confine settentrionale con la zona delle Graves. Entrambe le zone hanno anche diritto alla propria denominazione. Si distinguono per i tipi di suolo abbastanza diversi. Nell'Haut-Médoc, il terreno ghiaioso significa che i vini possono essere classificati un po' più in alto e hanno più corsa e finezza. I sei famosi comuni di Margaux, Moulis, Listrac-Médoc, Pauillac, Saint-Estèphe e Saint-Julien formano le proprie denominazioni nell'Haut-Médoc.

I vini degli altri comuni portano l'origine "Haut-Médoc", i vini del Bas-Médoc semplicemente "Médoc" o raramente "Bas-Médoc". Sono fatti con i vitigni tipici del taglio bordolese, con il Cabernet Sauvignon che tende a dominare nell'Haut-Médoc e il Merlot nel Bas-Médoc. Il mix di vitigni differisce, tuttavia, principalmente a seconda che ci si trovi sulla rive droite (riva destra) o sulla rive gauche (riva sinistra) della Garonna/Dordogna o della Gironda. I vini bianchi meno importanti sono fatti principalmente con Sauvignon Blanc. Tipici del Médoc sono i numerosi magnifici châteaux, che meritano questa denominazione (come "château") anche da un punto di vista architettonico. Tuttavia, questo non è un segno di qualità, perché ci sono anche cantine con edifici molto semplici dove si producono grandi vini.

Classificazione di Bordeaux

Nel 1855, ebbe luogo la famosa classificazione di Bordeaux (il motivo o il processo è descritto qui). Su un totale di 4.000 châteaux o vini rossi, solo 61 (questo è il numero dal punto di vista odierno, vedi poi sotto) furono considerati degni di essere inclusi. Con la sola eccezione di Château Haut-Brion della regione delle Graves, sono inclusi solo Châteaux del Médoc. La presentazione ufficiale ebbe luogo in pompa magna il 18 aprile 1855. Gli Châteaux furono raggruppati in cinque classi. All'interno di queste cinque classi, i vini sono stati classificati in ordine decrescente in base al loro prezzo medio. Château Lafite-Rothschild era in cima alla lista.

Bordeaux-Klassifizierung 1855 - Faksimile der handschriftlich erstellten Original-Dokumente

L'ordine degli châteaux all'epoca è indicato nella tabella qui sotto. Oggi, la classe è piuttosto raramente inclusa nell'etichetta della bottiglia, ma spesso viene dato solo il testo "Grand Cru Classé en 1855". I Deuxièmes meno conosciuti, tuttavia, indicano molto spesso il loro status per essere rinomati. Anche il barone Philippe de Rothschild non ha perso l'occasione nel 1973 di documentare l'elevazione di Château Mouton-Rothschild al primo rango con la famosa citazione "Premier je suis, Second je fus, Mouton ne change" (Primo sono, Secondo ero, Mouton non cambia) sull'etichetta disegnata da Pablo Picasso (1881-1973). Soprattutto gli châteaux classificati "solo" come quarto e quinto cru di solito omettono questo abbastanza deliberatamente per non rendere troppo evidente il loro rango "basso".

Bordeaux-Klassifizierung 1855 - die Etiketten der 5 Premier Cru Classé

Sorprendentemente, ci sono state solo due modifiche alla lista degli châteaux pubblicata nell'aprile 1855. Il più noto è la riclassificazione di Château Mouton-Rothschild. Dopo decenni di lotta da parte di Philippe de Rothschild (1902-1988), è stato riclassificato dal secondo al primo posto. Per inciso, il documento ufficiale fu firmato dall'allora ministro dell'agricoltura, Jacques Chirac (nato nel 1932), che in seguito divenne presidente francese. Inoltre, è stato deciso che la denominazione degli attuali cinque Premier Crus non rappresenta una classifica, ma è fatta secondo l'alfabeto. Tuttavia, con un'eccezione: Château Haut-Brion è l'unica tenuta vinicola non-Médoc che viene sempre nominata per ultima. Il cambiamento meno noto è quello del presumibilmente "dimenticato" Château Cantemerle. Questa tenuta non era nemmeno inclusa nella lista pubblicata in aprile ed è stata aggiunta solo alla fine di dicembre.

Rispetto al 1855, tuttavia, ci sono stati altri cambiamenti, alcuni dei quali considerevoli, in molte tenute vinicole fino ad oggi. La maggior parte degli châteaux sono cambiati considerevolmente nel corso del tempo, sia in termini di vigneti che di dimensioni. In alcuni casi, c'è stata una crescita piuttosto estesa. In contrasto con la classificazione di Saint-Émilion, per esempio, i confini delle tenute vinicole del Médoc possono cambiare senza che questo abbia alcuna influenza sulla classificazione o sulla classifica. L'unico requisito è che la terra deve essere all'interno della denominazione. Ciò che conta qui è la reputazione della cantina e non la qualità del sito o del vigneto. Il nome della cantina è considerato come una caratteristica e un marchio di qualità immutabile, per così dire. Tuttavia, questa continuità si applica in realtà alla maggior parte degli châteaux.

C'è talvolta confusione sul numero di "61 châteaux classificati", perché nella lista originale del 1855 ci sono solo 59 nomi. La ragione della differenza è la divisione della proprietà e l'abbandono di una proprietà. L'ex Chateau Léoville era già stato diviso in tre nel 1826, ma fu valutato come una sola tenuta. I due Châteaux Pichon-Longueville e Batailley furono divisi in due solo dopo il 1855, quindi sono inclusi solo una volta ciascuno. E Château Dubignon non esiste più, i vigneti si sono spostati a Château Malescot Saint-Exupéry, Château Margaux e Château Palmer. Ci sono stati anche alcuni cambiamenti di nome. Solo due delle cantine classificate nel 1855 sono ancora di proprietà della stessa famiglia di allora, queste sono Château Langoa-Barton e Château Mouton-Rothschild. Oggi, i 61 châteaux coprono circa 3.000 ettari di vigneti con circa il 20% della produzione del Médoc. Le cinque tenute Premier Cru Classé sono "patrimonio nazionale" e non possono essere vendute agli stranieri; qualsiasi acquirente deve essere francese. Nella colonna "R" l'ordine nella lista originale e sotto "Nome 1855" i nomi in quel momento:

NOME DEL CASTELLO

R

NOME 1855

COMUNITÀ

Premier Cru Classé (5)

Château Lafite-Rothschild 1 Lafite Pauillac
Château Latour 3 Latour Pauillac
Château Margaux 2 Margaux Margaux
Château Mouton-Rothschild - Mouton - era 1° a Deuxieme Pauillac
Château Haut-Brion (eccezione, vedi sopra) 4 Haut Brion Pessac-Léognan

Deuxième Cru Classé (14)

Château Brane-Cantenac 8 Brane-Cantenac Cantenac-Margaux
Château Cos d'Estournel 11 Cos Destournel Saint-Estèphe
Château Ducru-Beaucaillou 10 Ducru Beau Caillou Saint-Julien
Château Durfort-Vivens 5 Durfort Margaux
Château Gruaud-Larose 6 Gruaud-Laroze Saint-Julien
Château Lascombes 7 Lascombe Margaux
Château Léoville-Barton 4 Léoville - valutato come 1 WG Saint-Julien
Château Léoville-Las-Cases 4 Léoville - valutato come 1 WG Saint-Julien
Château Léoville-Poyferré 4 Léoville - valutato come 1 WG Saint-Julien
Château Montrose 12 Montrose Saint-Estèphe
Château Pichon-Longueville Baron 9 Pichon Longueville - era con Comtesse 1 WG Pauillac
Château Pichon-Longueville Comtesse 9 Pichon Longueville - era con Baron 1 WG Pauillac
Château Rauzan-Gassies 3 Rauzan-Gassies Margaux
Château Rauzan-Ségla 2 Rauzan-Ségla Margaux

Troisième Cru Classé (14)

Château Boyd-Cantenac 7 Boyd-Cantenac Cantenac-Margaux
Château Calon-Ségur 12 Calon Saint-Estèphe
Château Cantenac Marrone 7 Cantenac Brown Cantenac-Margaux
Château d'Issan 2 d'Issan Margaux
Château Desmirail 10 Desmirail Margaux
Château Ferrière 13 Ferrière Margaux
Château Giscours 5 Giscours Labarde-Margaux
Château Kirwan 1 Kirwan Cantenac-Margaux
Château Lagrange 3 Lagrange Saint-Julien
Château La Lagune 9 Lalagune Ludon
Château Langoa-Barton 4 Langoa Saint-Julien
Château Malescot Saint-Exupéry 6 Saint-Exupéry Margaux
Château Marquis d'Alesme-Becker 14 Becker Soussans-Margaux
Château Palmer 8 Palmer Margaux
Non esiste più 11 Dubignon Margaux

Quatrième Cru Classé (10)

Château Beychevelle 9 Ch. de Beychevele Saint-Julien
Château Branaire-Ducru 4 Branaire Saint-Julien
Château Duhart-Milon-Rothschild 5 Duhart Pauillac
Château La Tour-Carnet 7 Carnet Saint-Laurent
Château Lafon-Rochet 8 Rochet Saint-Estèphe
Château Marquis-de-Terme 11 Marchese di Termes Margaux
Château Pouget 6 Pouget-Lassale Cantenac-Margaux
Château Prieuré-Lichine 10 Le Prieuré Cantenac-Margaux
Château Saint-Pierre 1 Saint-Pierre Saint-Julien
Château Talbot 2 Talbot Saint-Julien

Cinquième Cru Classé (18)

Château Batailley 2 Batailley - oggi 2 WG Pauillac
Château Belgrave 12 Coutenceau Saint-Laurent
Château Cantemerle 17 Cantemerle - fanalino di coda Macao
Château Clerc Milon 15 Clerc Milon Pauillac
Château Cos Labory 14 Cos Labory Saint-Estèphe
Château Croizet-Bages 16 Croizet-Bages Pauillac
Château d'Armailhac 8 Darmailhac Pauillac
Château Dauzac 7 Dauzac Labarde-Margaux
Château de Camensac 13 Camensac Saint-Laurent
Château du Tertre 9 La Tertre Arsac-Margaux
Château Grand-Puy Ducasse 4 Artigues-Arnaud Pauillac
Château Grand-Puy-Lacoste 3 Grand Puy Pauillac
Château Haut-Bages-Libéral 10 Haut Bages Pauillac
Château Haut-Batailley 2 Batailley - oggi 2 WG Pauillac
Château Lynch-Bages 5 Lynch Pauillac
Château Lynch-Moussas 6 Lynch Moussas Pauillac
Château Pédesclaux 11 Pédesclaux Pauillac
Château Pontet-Canet 1 Canet Pauillac

Super-Seconds

Il termine "Super-Secondi" è usato per descrivere quei Deuxièmes-Châteaux che sono vicini o al livello di Premier Cru per le loro eccezionali qualità di vino. Con una nuova classificazione, questi finirebbero proprio in cima. Gli esperti discutono sulla lista, ma i seguenti sono spesso menzionati: Cos-d'Estournel, Ducru-Beaucaillou, Gruaud-Larose, Léoville-Las-Cases, Montrose, Pichon-Longueville Comtesse, Pichon-Longueville Baron e Rauzan-Ségla. Molti esperti pensano anche che i Cinquième-Châteaux (5°) Grand-Puy-Lacoste e Lynch-Bages, così come il Troisième-Château (3°) Palmer meriterebbero il 2° posto. Vedi una lista di diversi sistemi di classificazione sotto la parola chiave Grand Cru. Il sistema di classificazione a livello europeo è descritto sotto la parola chiave Sistema di qualità.

Mappa: Di Domenico-de-ga da Wikipedia, CC BY-SA 3.0, Link
Modifiche dall'originale di Norbert F. J. Tischelmayer 2017
Facsimile di classificazione bordolese: vino antico

In questa sezione trovi
attualmente 154,764 Vini e 24,128 produttori, di cui 2,472 produttori classificati.
Sistema di valutazione Fonti d'acquisto Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze