wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Spiacente, nessuna mappa regionale disponibile per Alsace AOC
Alsace AOC

Descrizione di Alsace AOC

Nome della regione vinicola francese dell'Alsazia. Alsace (o Vin d'Alsace) è anche il nome della denominazione completa della regione. Le altre due AOC sono Alsace Grand Cru e, per i vini spumanti, Crémant d'Alsace. Questi vini rappresentano circa il 75% della produzione. La maggior parte sono vini varietali fatti con il 100% di una varietà indicata sull'etichetta. Se manca questa indicazione, allora si tratta di una cuvée di varietà diverse. La denominazione AOC consiste nell'Alsazia e nel nome della varietà o del tipo di vino che segue, per esempio "Alsace Riesling". La resa è limitata a un massimo di 80 hl, per il Pinot Noir a 75 hl/hab.

Karte von Alsace
Da Domenico-de-ga dal Wikipedia, CC BY-SA 3.0, Link

Auxerrois: Il nome di questa varietà non appare sull'etichetta. Tuttavia, l'Auxerrois è una di quelle varietà che possono essere utilizzate insieme nell'AOC "Alsace Pinot Blanc".

Chasselas o Gutedel: Ci sono le varietà bianca e rosata. All'inizio degli anni '60, la varietà rappresentava ancora il 40% del totale, ma oggi rappresenta solo l'1%.

Clevner o Klevner: il Pinot Bianco è solitamente commercializzato con questo nome.

Edelzwicker (anche Gentil): una cuvée.

Gewurztraminer (Gewürztraminer): Questa varietà occupa circa il 18% della superficie del vigneto. Il vino può anche essere vinificato come "VendangeTardive"(vendemmia tardiva) e "Sélection de Grains Nobles" (da bacche nobili marce).

Klevener de Heiligenstein: da Savagnin Rose.

Muscat: Si possono usare le varietà bianche e rosate della varietà Muscat Blanc, conosciuta qui come Muscat d'Alsace. È ammessa anche la varietà Muscat Ottonel. Il vino può anche essere vinificato come "Vendange Tardive" (vendemmia tardiva) e "Sélection de Grains Nobles" (da bacche nobili marce).

Pinot: Questo non denota una singola varietà di uva, ma il Pinot Bianco, il Pinot Grigio, il Pinot Nero (pressato bianco) e l'Auxerrois possono essere usati per questo scopo. Nella maggior parte dei casi, il vino è una miscela di Pinot Bianco e Auxerrois. Queste due varietà occupano il 21% della superficie del vigneto. Tuttavia, ci sono anche i monovitigni (tranne il Pinot grigio). In alternativa, si possono usare le denominazioni "Clevner" o "Klevner".

Pinot Gris: La vecchia denominazione Tokay-Pinot Gris è stata vietata dal 1993. La varietà occupa il 10% della superficie del vigneto con una tendenza in costante aumento. Il vino può anche essere vinificato come "Vendange Tardive" (vendemmia tardiva) e "Sélection de Grains Nobles" (da bacche nobili marce), a condizione che vengano rispettate le severe norme.

Pinot Noir: L'unica varietà di vino rosso ammessa, occupa il 9% della superficie del vigneto. In passato, era per lo più vinificato come rosé o bianco Blanc de noirs. Ora è anche sempre più vinificato come vino rosso. Sempre più viticoltori stanno sperimentando una macerazione più lunga, un invecchiamento più lungo in botti di legno e anche in barrique.

Riesling: Con il 23% della superficie viticola il vitigno più diffuso. Il vino può anche essere vinificato come "Vendange Tardive" (vendemmia tardiva) e "Sélection de Grains Nobles" (da bacche nobili marce).

Sylvaner (Silvaner): La varietà è ammessa nell'AOC Alsace, ma solo in un sito Crand Cru (Zotzenberg).

In questa sezione trovi
attualmente 165,677 Vini e 25,036 produttori, di cui 3,179 produttori classificati.
Sistema di valutazione find+buy Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER