wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Regioni

Descrizioni dettagliate di tutte le denominazioni d'Europa con vitigni, tradizioni e disciplinari di produzione.

Spiacente, nessuna mappa regionale disponibile per Vino Nobile di Montepulciano DOCG
Vino Nobile di Montepulciano DOCG

Descrizione di Vino Nobile di Montepulciano DOCG

Zona DOCG per il vino rosso nella regione italiana della Toscana. La zona con 1.200 ettari di vigneti copre i pendii da 250 a 600 metri sul livello del mare nella città di Montepulciano (provincia di Siena). La città si trova a 120 chilometri a sud-est di Firenze nell'alta Val di Chiana, è una delle più belle della Toscana ed è chiamata la "Perla del Rinascimento". Una volta all'anno, in agosto, si svolge qui la corsa delle botti di vino "Bravio delle Botti", in cui i rappresentanti delle otto contrade "nemiche" fanno rotolare cinque quintali di botti di vino per le strade ripide e strette. Montepulciano ha ospitato due papi e Paolo III. (1468-1549) preferiva il vino della sua città natale a tutti gli altri. Il suo maestro di cantina lo lodò come "vino perfetto" nel 1549.

L'origine del vino risale al 1300, ed era già famoso in tutta Europa nel Medioevo. Il poeta italiano Francesco Redi (1626-1698), nel suo poema "Bacco in Toscana", lo intitolò il "Re dei vini" per fornire vino alla corte reale di Londra. Molti altri poeti hanno cantato le sue lodi, e oggi è anche conosciuto come il "decano di tutti i vini toscani". Tradizionalmente, il vino migliore era sempre riservato al Papa e alla Curia in Vaticano. Questa è anche l'origine dell'epiteto aggiuntivo o decorativo "Vino Nobile", il vino per i nobili - cioè, l'aristocrazia - che è stato in uso fino al XVIII secolo. Insieme al Brunello di Montalcino, è uno dei due vini che sono stati i primi a ricevere la classificazione DOCG nel 1980. A partire dall'annata 2019, alla denominazione in etichetta è stato aggiunto "Toscana". Questo per evitare qualsiasi confusione con il vino DOCG Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane della regione Abruzzo. Questo vino rosso è indiscutibilmente uno dei vini più famosi e più costosi d'Italia

Le migliori zone su terreni argillosi e sabbiosi sono Argiano, Caggiole, Canneto, Casalte e Valiano. Il vino è fatto dal clone di Sangiovese Prugnolo Gentile (to. 70%), così come altre varietà approvate (max. 30%, di cui max. 10% varietà bianche) e ha un aroma di viola. Il vino matura per almeno due anni in botti di rovere o castagno, deve avere una gradazione alcolica di almeno 12,5% vol. Contenuto di alcol e può essere conservato per molti anni (decenni). Può essere imbottigliato solo nella regione di Bordeaux. Con tre anni di conservazione (di cui sei mesi in bottiglia) e 13% vol. di alcol, può portare la denominazione Riserva. I vini rossi con regolamenti più semplici sono classificati come DOC Rosso di Montepulciano.

Le annate speciali erano o sono il 1985, 1988, 1990, 1993, 1995, 1997 e 1998. Tra i produttori più noti ci sono Antinori, Avignonesi, Bindella, Boscarelli, Canneto, Capoverso di Adriana Avignonesi, Carpineto, Contucci, Dei, Fassati, Fattoria Del Cerro, Fattoria della Talosa, Fattoria di Palazzo Vecchio, Il Macchione, La Braccesca, La Calonica, Le Berne, Le Casalte, Lodola Nuova, Maria Caterina Dei, Massimo Romeo, Nottola, Poliziano, Redi, Ruffino, Salcheto, Trerose, Valdipiatta e Villa Sant'Anna.

In questa sezione trovi
attualmente 155,697 Vini e 24,338 produttori, di cui 2,520 produttori classificati.
Sistema di valutazione Find&Buy Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze