wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Regioni

Descrizioni dettagliate di tutte le denominazioni d'Europa con vitigni, tradizioni e disciplinari di produzione.

Zone di produzione in Ucraina 2 growing regions

Descrizione di Ucraina

Una cultura del vino esisteva già nel IV secolo a.C. sulla costa meridionale della penisola di Crimea, di cui sono stati trovati torchi e anfore. Nella parte settentrionale, invece, si sviluppò molto più tardi, a partire dall'XI secolo, attraverso i monaci. Nel Medioevo, i genovesi, che possedevano Sudak all'epoca, commerciavano i vini di Crimea in tutta Europa. Sotto Caterina II. (1729-1796), la penisola di Crimea divenne parte dell'Impero russo nel 1783. Il suo favorito Grigori Alexandrovich Potyomkin (1739-1791) lo rese coltivabile e promosse anche la viticoltura. Il conte importava viti dall'Italia, dalla Spagna e dalla Francia, dove il clima era molto simile a quello della Crimea. Soprattutto il terreno intorno alla città di Sudak era molto fertile. Qui si trova la Solnechnaya Dolina (Valle del Sole) con 300 giorni di sole all'anno e una grande cantina con lo stesso nome. Vicino a Yalta, il conte Mikhail Vorontsov (1782-1856) fece piantare dei vigneti e costruire una grande cantina nel 1820. Fondò poi l'Istituto del vino Magarach nelle vicinanze nel 1828.

Il merito speciale della viticoltura russa va allo scienziato tedesco Peter Simon Pallas (1741-1811), che fu portato nel paese da Caterina II e che piantò grandi vigneti nella regione di Sudak. Fu il primo a descrivere in dettaglio circa 40 vitigni autoctoni. Il principe Lev Golitsyn fondò la cantina ancora esistente Novy Svet (Nuovo Mondo) a Sudak nel 1878. Un vino spumante è stato prodotto per la prima volta nel 1799 nelle città climaticamente favorite di Sudak e Alushta. Tuttavia, le quantità erano insignificanti. Golitsyn è considerato il fondatore del famoso vino spumante di Crimea (Shampanskoye Krimskoye). Per ordine dello zar Nicola II (1868-1918), fondò anche quella che oggi è la Cantina di Stato Massandra. A metà degli anni '80, Mikhail Gorbaciov (*1931) ha iniziato una campagna anti-alcol. Il disboscamento estensivo ha ridotto la popolazione della vite da 225.000 ettari a meno di 100.000 ettari. Questo ha riportato la viticoltura indietro di decenni.

Situazione politica

Nel febbraio 2014, si sono verificate condizioni simili a quelle di una guerra civile. La "crisi di Crimea" ha portato successivamente a un referendum in cui presumibilmente la maggioranza della popolazione di Crimea ha votato a favore dell'adesione alla Federazione Russa (secondo le stime, tuttavia, era solo circa il 30-50% della popolazione di Crimea, di cui circa il 50-60% era a favore della secessione). L'Ucraina continua a vedere la Crimea come una repubblica autonoma e parte del proprio territorio, mentre la Russia la vede come una propria federazione. L'ONU ha dichiarato il referendum non valido a larga maggioranza.

Zone di coltivazione, vigneti e varietà di uva

L'Ucraina è composta da quattro grandi regioni vinicole. Questi sono di gran lunga la più grande area nel sud-ovest intorno alla città di Odessa con circa la metà della superficie totale, la penisola Crimea sul Mar Nero con circa un terzo, la regione dei Transcarpazi che confina con la Slovacchia, l'Ungheria e la Romania, e la zona a sud del fiume Dnieper vicino alle città di Kherson e Dnipropetrovsk. Il clima continentale è caratterizzato da estati calde e inverni rigidi e gelidi che possono raggiungere più di 30 °Celsius. I vini di marca più conosciuti sono Kagor, Naddniprjanske e Tschorny Doktor. Nel 2019, i vigneti hanno coperto un totale di circa 41.500 ettari di vigne, da cui sono stati prodotti 1,33 milioni di ettolitri di vino (fonte Associazione dei viticoltori dell'Ucraina). I 25.166 ettari elencati qui sotto nel 2016 sono presumibilmente le uve da vino (statistiche Kym Anderson). Si coltivano circa 180 vitigni, per lo più autoctoni.

Varietà d'uva

Colore

Sinonimi o nomi ucraini

Ettaro

Rkatsiteli bianco Rkatziteli, Topolioc 5.775
Cabernet Sauvignon rosso - 4.935
Aligoté bianco - 4.814
Sauvignon Blanc bianco - 1.550
Chardonnay bianco - 1.500
Merlot rosso - 1.400
Riesling bianco - 1.350
Odessky Cherny rosso Alibernet, Semenac 1-17-4 1.250
Isabella rosso - 1.200
Gewürztraminer / Traminer bianco - 500
Pinot Nero rosso - 385
Moscato bianco / Moscato bianco - 338
Pinot Bianco bianco - 170
Al Burla rosa Albourlah ?
Antey Magarachsky rosso Antei, Antey Magarachskii ?
Bastardo Magarachsky bianco Bastardo Magarach, Magaracha Bastardo ?
Cevat Kara rosso Djevat Kara, Dshevat Kara ?
Citronny Magaracha bianco - ?
Ekim Kara rosso Echim Kara ?
Fioletovy Ranny rosso Filetovyi Ranii ?
Kapitan Jani Kara rosso Adzhi Ibram Kara, Agii Ibram, Capitan Kara ?
Kapselsky bianco Capsule Skii, Capsule Ski ?
Kefessiya rosso Cefecia, Cefesia, Doktorsky Chernyi ?
Panda Kok bianco Coc Pandas, Kok Pandasse ?
Kokur Bely bianco Belji Dolgi, Kokuri Belji ?
Krona rosso - ?
Lapa Kara rosso - ?
Lydia bianco Lidia ?
Pervenets Magaracha bianco Pervenec Magaraca, Pervenets Magaratsch ?
Magaracha Podarok bianco Podarok Magaratcha, Podarok Magaratsch ?
Ruby Golodrigi rosso Rubino di Golodryga ?
Rubino Magaracha rosso Rubino Magaracha, Rubino Magaracha ?
Ruby Tairovsky rosso - ?
Saperavi rosso Saperavi ?
Panda Sary bianco Sarah Pandas, Sari Pandas ?
Soldaia bianco Soldaiya ?
Solnechnodolinsky bianco - ?
Sukholimansky Bely bianco - ?
Telti Kyryk bianco Tilki Kuyrugu ?

In questa sezione trovi
attualmente 153,159 Vini e 24,004 produttori, di cui 2,374 produttori classificati.
Sistema di valutazione Fonti d'acquisto Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze