wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Descrizione di Serbia

La Repubblica di Serbia, nell'Europa centrale e sudorientale, con la sua capitale Belgrado, si estende per 88.361 km². Confina a nord con l'Ungheria, a est con la Romania e la Bulgaria, a sud con la Macedonia settentrionale e l'Albania, a sud-ovest con il Montenegro e a ovest con la Bosnia-Erzegovina e la Croazia. A partire dagli anni '90, l'ex Stato di Jugoslavia si è disintegrato a seguito di eventi bellici. Prima la Bosnia-Erzegovina, la Croazia, la Macedonia settentrionale e la Slovenia divennero indipendenti e nel 2003 il resto fu ribattezzato Serbia-Montenegro e nel 2006 il Montenegro si separò e divenne Serbia. Infine, nel 2008, anche la provincia meridionale del Kosovo si è proclamata indipendente.

Serbien - Landkarte, Flagge und Wappen

La storia

La viticoltura in Serbia risale a tempi antichi ed era già influenzata dai Traci e dai Greci prima dell'inizio del millennio. Dopo che l'imperatore Domiziano (51-96) vietò la viticoltura al di fuori degli Appennini nelle province romane nel 92 d.C., essa fu reintrodotta dall'imperatore Probo (232-282). Le prime viti furono probabilmente piantate sulle pendici della Fruška Gora in Syrmia (in Vojvodina), come indicano alcuni reperti archeologici. Tra l'altro, nel complesso del palazzo Romuliana dell'imperatore Galerio (250-311) vicino a Zaječar, nella Serbia orientale, costruito come casa di riposo, è stato rinvenuto un mosaico raffigurante il dio del vino Dioniso ricoperto di vite. Tra il XII e il XIV secolo, i monasteri ortodossi serbi diedero vita a una fiorente cultura del vino, che in seguito acquisì grande importanza economica. Nel 1459 la Serbia fu definitivamente conquistata dagli Ottomani e rimase parte dell'Impero Ottomano fino al 1804. Durante questo periodo, il divieto islamico di bere alcolici portò a un declino della viticoltura.

La viticoltura nell'era moderna

Dopo la Seconda guerra mondiale (1939-1945), durante l'era comunista di Josip Broz Tito (1892-1980), in quella che era la Jugoslavia, ci fu una ripresa. La superficie totale all'epoca era di 250.000 ettari. Venivano prodotti principalmente semplici vini di massa. Tra questi, il vino dolce di merlo (oggi Kosovo). All'epoca, la Serbia era il paese vinicolo più grande e importante della Jugoslavia. A causa del crollo, la struttura vitivinicola cambiò notevolmente. Nella Serbia centrale non ci furono quasi eventi bellici, per cui i vigneti rimasero in gran parte indenni, a differenza di altre zone del Paese.

Zone viticole

Si trovano principalmente lungo i fiumi Danubio, Morava e Timok, vicino ai confini con la Romania e la Bulgaria. La Serbia è divisa in cinque regioni vinicole. Queste sono Timok nella Krajina con Negotin e Knjaževac al confine con la Romania (principalmente vino rosso), Sumadija-Velika Morava a sud di Belgrado (principalmente vino bianco), Zapadna-Morava sul corso superiore del fiume Morava, Juzna-Morava con Vranje a sud (i vini rossi di migliore qualità) e Pocerina-Podgora a est di Belgrado. Il clima continentale è caratterizzato da inverni freddi e da estati da calde a calde.

Indice dei vitigni

Nel 2022, i vigneti coprivano 20.113 ettari e il volume di produzione di vino era di 472.000 ettolitri. Tradizionalmente, le grappe di frutta, in particolare di prugna, sono molto popolari, L'indice dei vitigni:

Varietà d'uva

Colore

Sinonimi o nome serbo

Ettari

Cabernet Sauvignon rosso - 2.111
Welschriesling bianco Graševina 2.037
Merlot rosso - 1.968
Chardonnay bianco - 1.455
Riesling bianco - 1.361
Prokupac rosso Nikodimka, Nisevka, Rskavac 916
Sauvignon Blanc bianco - 741
Blaufränkisch rosso - 727
Pinot nero rosso - 633
Moscato d'Amburgo rosso Moscato di Amburgo Crni 624
Župlyanka bianco Sura Lisicina 255
Dimyat bianco Smederevka 192
Moscato Ottonel bianco - 183
Gewürztraminer / Traminer bianco Traminac Crveni 142
Moscato Fleur d'Oranger bianco - 116
Pinot grigio bianco - 112
Marselan rosso - 84
Cabernet Franc rosso - 79
Afus Ali bianco - 73
Pamid rosso - 67
Rkatsiteli bianco - 60
Vittoria bianco - 55
Gamay rosso Gamay nero 54
Morava bianco - 34
Moscato bianco bianco Tamjanika 31
Kadarka rosso Skadarka 15
Moscato Dr Hogg bianco Moscato 14
Vranac rosso Vranac Crmnichki 3
Cardinale rosso - 3
Panonia bianco - 2
Cosmopolita bianco - 1
Krstač bianco Bijeli Krstač ?
Začinak rosso Krajinsko Crno, Negotinsko Crno ?
Žilavka bianco Mostarska Žilavka ?

Mappa: Goruma
Bandiera: da srbija.gov.rs, Pubblico dominio, Link
Stemma: Pubblico dominio, Link
Fonte 1° paragrafo: WIKIPEDIA Serbia

In questa sezione trovi
attualmente 165,677 Vini e 25,036 produttori, di cui 3,179 produttori classificati.
Sistema di valutazione find+buy Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER