wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Regioni

Descrizioni dettagliate di tutte le denominazioni d'Europa con vitigni, tradizioni e disciplinari di produzione.

Spiacente, nessuna mappa regionale disponibile per P.D.O. Rodos (O.P.A.P.) / Ρόδος
P.D.O. Rodos (O.P.A.P.) / Ρόδος

Descrizione di P.D.O. Rodos (O.P.A.P.) / Ρόδος

Con circa 1.400 km², è la più grande isola del gruppo del Dodecaneso e la quarta più grande della Grecia nel Mar Egeo. È anche chiamata la "Perla del Mediterraneo". La capitale con tre porti si chiama anche Rodi, la seconda città più importante è Lindos. L'isola si trova tra i tre continenti di Europa, Asia e Africa ed era quindi già di grande importanza per il commercio nei tempi antichi. I Fenici hanno probabilmente portato la viticoltura sull'isola prima dei Greci. Secondo Omero (VIII secolo a.C.), Rodi partecipò alla guerra di Troia con nove navi. Nel 408 a.C., le tre più grandi città di Rodi si allearono e fondarono una nuova città sul sito dell'attuale Rodi. Famose erano le scuole di filosofi, filologi e oratori e la città era un centro di navigazione, commercio e (anche vino) cultura. Nel 7° secolo a.C., l'isola si sviluppò in un importante esportatore di vino nel mondo antico.

Landkarte Griechenland - Ägäische Inseln mit Rhodos

Il fallito assedio di Rodi da parte di Demetrio nel 305 a 304 a.C. è una delle guerre più famose della storia antica. I rodiani vendettero i macchinari d'assedio lasciati per l'enorme somma di 300 talenti e li usarono per erigere la statua del dio sole Helios, una delle sette meraviglie del mondo. Lo scultore Charis di Lindos realizzò la figura in bronzo del "Colosso di Rodi", alto 31 m, in 12 anni di lavoro intorno al 280 a.C. Si dice che si trovava all'entrata del porto di Mandraki; le navi passavano attraverso le sue gambe (oggi si considera certo che il Colosso doveva trovarsi sulla terraferma). La figura fu completamente distrutta dopo soli 66 anni da un grande terremoto nel 226 a.C.

Grazie al clima mite (c'è solo primavera ed estate) e 300 giorni di sole all'anno, Rodi è perfettamente adatta alla viticoltura o alla coltivazione della vite. Durante i mesi invernali c'è molta pioggia e l'estate offre anche venti di raffreddamento dal nord. I vigneti coprono circa 1.200 ettari di vigne. La fillossera raggiunse anche l'isola, ma la speciale composizione dei suoli ne impedì la diffusione. Ci sono ancora numerosi a piede franco e viti molto vecchie, soprattutto sulle pendici del monte Atavyros. L'immagine mostra un vigneto nel metodo tradizionale di allevamento del suolo, che è molto simile a Kouloura sull'isola di Santorini.

Rebflächen auf Rhodos mit Bodenerziehungsform

Ci sono tre denominazioni classificate come POP (ex OPAP e OPE). Prevalentemente nel sud, il vino rosso Rodos Red è fatto dalla varietà Amorgiano (Mandilaria) e prevalentemente nel nord, il vino bianco Rodos White è anche fatto dalla varietà Athiri Aspro. Entrambi sono disponibili nei gusti secco, semi-secco e dolce. Il vino dolce da dessert Moscato di Rodos è prodotto dalla varietà pura Moschato Aspro (Moscato Bianco). Viene prodotto come Vin doux naturel (fortificato) e come Vin naturellement doux. Se le uve provengono da vigneti particolarmente vecchi con basse rese, la denominazione Vin Doux Grand Cru può essere usata sull'etichetta. Gran parte delle uve vengono acquistate e vinificate dalla cooperativa di viticoltori CAÏR. Questo produce anche un vino spumante fermentato in bottiglia da Athiri Aspro (PGE = vino di campagna). Altri produttori importanti sono Emery Wines e Tsantali.

Mappa: di Pitichinaccio, CC BY 3.0, link - a cura di Norbert F. J. Tischelmayer 2/2018
Kouloura: dall'utente Hombre su wikivoyage condiviso, CC BY-SA 3.0, Link

In questa sezione trovi
attualmente 155,603 Vini e 24,336 produttori, di cui 2,519 produttori classificati.
Sistema di valutazione Find&Buy Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze