wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Descrizione di Catalunya

La regione autonoma (Cataluña, Catalunya), con capitale Barcellona, si trova nel nord-est della Spagna, sul margine nord-occidentale del Mediterraneo. Si estende per 32.091 km² ed è suddivisa nelle quattro province di Barcellona, Girona, Lleida e Tarragona. A nord, separata dai Pirenei, la Catalogna confina con la Francia e lo Stato nano di Andorra, a ovest con l'Aragona e a sud-ovest con la Valenciana. Le Isole Baleari, a 200 chilometri dalla costa, con l'isola principale di Maiorca, hanno molto in comune in termini di storia e viticoltura. La Catalogna è ufficialmente bilingue; il catalano è parlato anche nel Rossiglione francese e nelle Isole Baleari.

La storia

La regione ha avuto una storia estremamente travagliata. I Greci arrivarono nel VI secolo a.C., seguiti dai Cartaginesi e infine dai Romani nel 200 a.C.. I Cesari romani bevevano già i vini della zona DO di Alella. Barcellona era già un importante porto commerciale nell'antichità. Nel VI secolo d.C. arrivarono gli Alani e i Visigoti, da cui deriva il nome (Gotalonia = terra dei Goti). I Mori conquistarono la zona nell'VIII secolo. Furono espulsi dall'imperatore Carlo Magno (742-814), che incorporò la regione nel suo impero.

Alla fine del IX secolo, il Margraviato spagnolo dell'Impero franco ottenne un'indipendenza di fatto sotto i Conti di Barcellona. Nel XII secolo, Aragona e Catalogna furono unite per formare un regno separato di Aragona. Infine, l'indipendenza fu persa e nel 1479 il regno fu fuso con la Castiglia (regioni di Castiglia-La Mancia e Castiglia-León) per formare l'Impero spagnolo.

Il trionfo della cava iniziò qui negli anni Settanta del XIX secolo, quando Josép Raventós produsse il primo vino spumante spagnolo utilizzando il metodo dello champagne nella sua cantina di Codorníu, nel Penedès. Le cantine Torres e Celler Perelada stabilirono ulteriori standard. Queste tre aziende hanno fondato la viticoltura moderna in Spagna. I vini catalani tradizionali sono i rancios e i vini dolcidigeriti. La Catalogna svolge un ruolo importante nella produzione di sughero.

Clima e terreni

L'interno del Paese ha un clima da continentale a prealpino, con inverni rigidi e nevosi ed estati miti. I terreni sono argillosi, bruni e calcarei. La regione costiera, a volte molto montuosa, ha un clima mediterraneo, fortemente influenzato dal vicino Mediterraneo. Gli inverni sono piovosi e le estati calde. I terreni brulli e poveri di sostanze nutritive sui pendii scoscesi sono costituiti da rocce nude di origine vulcanica, ardesia e quarzo.

Vigneti e varietà d'uva

I vigneti si estendono per 52.000 ettari. Le varietà di vino rosso più importanti sono Garnacha Tinta, Ull de Llebre (Tempranillo), Trepat, Monastrell, Cabernet Sauvignon e Cariñena (Mazuelo). Le varietà di vino bianco più importanti sono Viura (Macabeo), Parellada, Garnacha Blanca, Pansa Blanca (Xarello), Chenin Blanc, Moscatel (Muscat Blanc) e Chardonnay.

Regioni vitivinicole

Ci sono undici zone DO e, con il Priorato, una zona DOCa (vini di qualità), ma non zone Vino de Pago (vino di qualità) e IGP (vini regionali). Qui si può produrre anche il Cava.

In questa sezione trovi
attualmente 167,489 Vini e 25,097 produttori, di cui 3,302 produttori classificati.
Sistema di valutazione find+buy Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER