wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Brolio - Barone Ricasoli SpA Agricola

Italia Toscana

Azienda vinicola Vini
Nome: Brolio - Barone Ricasoli SpA Agricola
Zona di produzione: Toscana
Ettari vitati: 250 ha
Crea un nuovo bookmark per i vini di Brolio - Barone Ricasoli SpA Agricola. I vini attualmente degustati appariranno quindi sulla tua home page delle recensioni vini.
I vini sono costantemente d’alto livello e appartengono di regola ai migliori nella loro rispettiva categoria nella loro zona. Rare sono le delusioni anche se sono possibili in annate difficili. Queste devono in ogni caso essere compensate da un assortimento superiore nelle annate buone per poter mantenere il livello di classificazione dell’azienda. I vini di quest’azienda si possono comprare di regola sempre fiduciosamente.
La famosa famiglia nobile Toskana coltiva il vino dal 1141, il che la rende una delle più antiche aziende vinicole del mondo. Da quel momento, questa famiglia ebbe vasti possedimenti terrieri nella zo...

Vini degustati 12 Vini Mostra tutti

0.75 l
2016 Chianti Classico DOCG Gran Selezione "Colledilà"
Fino a 75.00 €
Traduci in Italiano Descrizione: Etwas nussig-holziger und animalischer Duft nach teils eingemachten schwarzen und roten Beeren mit g...
0.75 l
2016 Chianti Classico DOCG Gran Selezione "Castello di Brolio"
Fino a 50.00 €
Traduci in Italiano Descrizione: Nussiger, tabakiger, holziger und etwas erdiger Duft nach überwiegend dunklen Beeren und Lakritz mit...
0.75 l
2018 Chianti Classico DOCG "Brolio"
Fino a 20.00 €
Traduci in Italiano Descrizione: Jugendliche, einen Hauch animalische Nase nach teils eingekochten gemischten Beeren mit getrocknet-f...
0.75 l
2017 Chianti Classico DOCG Riserva "Rocca Guicciarda"
Fino a 20.00 €
Traduci in Italiano Descrizione: Fester, leicht kräuteriger und eine Spur erdiger Duft nach gemischten Beeren und ein wenig Kirschen...
0.75 l
2015 Chianti Classico DOCG Gran Selezione "Castello di Brolio"
Fino a 50.00 €
Traduci in Italiano Descrizione: Fester, nussiger und leicht tabakiger, auch recht frischer Duft nach reifen schwarzen Beeren mit rot...
0.75 l
2017 Chianti Classico DOCG "Brolio"
Fino a 15.00 €
Traduci in Italiano Descrizione: Etwas tabakiger, erdiger und unterholziger Duft nach schwarzen und roten Beeren mit einer Spur Veilc...

La famosa famiglia nobile toscana coltiva il vino dal 1141, il che la rende una delle più antiche aziende vinicole del mondo. Da quel momento, questa famiglia ebbe vasti possedimenti terrieri nella zona tra Siena e Firenze. Questo fece sì che la Repubblica di Firenze escludesse la famiglia dalle cariche pubbliche. Tuttavia, questo non ha impedito alla famiglia di esercitare una grande influenza politica per secoli. Il barone Bettino Ricasoli (1809-1880) ereditò la trascurata tenuta di famiglia del Castello di Brolio nel cuore del Chianti Classico intorno al 1830 e iniziò a riformare la viticoltura su larga scala. Ha viaggiato in Francia e in Germania, ha studiato la viticoltura e ha importato numerosi vitigni. Nel 1861, divenne primo ministro del nuovo regno d'Italia e aveva il soprannome di "Barone di ferro".

Dopo numerosi esperimenti, ha creato una ricetta generalmente valida per il Chianti intorno al 1850 (vedi qui). In una lettera del 1872, Ricasoli ha riassunto il risultato dei suoi decenni di esperimenti. Tuttavia, la ricetta moderna del Chianti è cambiata decisamente da allora. Un'influenza ancora più significativa sulla qualità del Chianti fu lo sforzo del Barone di riorganizzare la produzione e la commercializzazione dei vini del Chianti secondo le linee di una divisione delle attività. Il concetto era che la maggior parte dei viticoltori avrebbe consegnato l'uva a grandi case commerciali e cantine, che avrebbero poi effettuato la vinificazione, l'invecchiamento e la commercializzazione. Per questo motivo, fondò la casa commerciale Ricasoli, che poi divenne il principale produttore di Chianti nei successivi cento anni.

Negli anni 1960, Ricasoli è stato sotto il controllo del gruppo Seagram per alcuni anni. Questo ha portato ad un enorme aumento della produzione ma ha avuto un effetto negativo sulla qualità. Nel 1990, Ricasoli è stata acquistata dalla multinazionale australiana Hardy, ma solo tre anni dopo, ha ripreso il suo destino nelle proprie mani. Dal 1993, Francesco Ricasoli gestisce la tenuta con la sede "Castello di Brolio". Su circa 1.200 ettari di terreno, quasi tutti nel comune di Gaiole, 250 ettari sono di vigneti. Nel 1994, il rinnovamento completo dei vigneti è stato iniziato, e oggi la densità è di 5.500 a 6.200 viti per ettaro. Il Sangiovese è coltivato su più di 150 ettari. Il resto è piantato con Cabernet Sauvignon, Canaiolo Nero, Chardonnay, Malvasia del Chianti (Malvasia Bianca Lunga) e Merlot.

Il vino principale della casa è il "Chianti-Classico Castello di Brolio" fatto di Sangiovese, che viene affinato in barrique per 18 mesi. Altri vini premium sono il "Chianti Classico Brolio" e la "Riserva Rocca Guicciarda". Il vino rosso "Casalferro" è composto da Sangiovese e Merlot. Il vino bianco "Torricella" fatto di Chardonnay è invecchiato per otto mesi in barrique e il "Brolio Vinsanto" (fatto di Malvasia del Chianti) è ancora pressato secondo la vecchia tradizione. Un Chianti giovane chiamato "San Ripolo" è commercializzato sotto l'etichetta "Barone Ricasoli". Il "Castello di Cacchiano" con circa 25 ettari di vigneti appartiene a Giovanni Ricasoli-Firidolfi (cugino del ramo di Brolio). Il Castello appartiene alla famiglia fin dal 1150. Qui si produce un Chianti-Classico "Castello di Cacchiano" (90% Sangiovese, Canaiolo, Malvasia nera, Colorino e Merlot).

Brolio - Barone Ricasoli SpA Agricola Regioni: Italia Toscana
Uno dei migliori produttori della propria regione
In questa sezione trovi
attualmente 153,849 Vini e 24,046 produttori, di cui 2,416 produttori classificati.
Sistema di valutazione Fonti d'acquisto Campioni per la degustazione Palinsesto editoriale

Eventi nelle tue vicinanze